Piatti di mare

Piatti di mare
La cucina marinara tarantina rispecchia il suo mare come un cuore rispecchia i sentimenti di una persona, e il mare è il cuore della ristorazione tarantina, un pulpito antico per una gastronomia schietta, in passato semplice, oggi elaborata seguendo i nuovi dettami della gastronomia con spirito rivolto al mantenimento della tradizione consolidata e la scoperta di nuove possibilità.

In questa sorte di ponte, usando il termine come metafora di una città riconosciuta anche grazie al suo ponte levatoio in grado di unire quartieri e realtà adiacenti, il ponte è anche l'allegoria gastronomica dell'unione tra il gusto della tradizione e le ispirazioni degli chef della Locanda San Giuseppe, pronti a cogliere le piccole, importanti sfumature della nuova cucina senza stravolgere le proprie matrici culturali culinarie, piuttosto arricchendole con fantasia e ricerca dell'amalgama tra sapori.

In questa ricerca, nel quotidiano lavoro tra i fornelli della Locanda, il pesce rimane il maggior sentimento d'ispirazione gastronomico: dal Centro storico tarantino nel quale la locanda è domiciliata, alle coste ioniche, il tragitto è breve e gli echi del mare giungono nelle sale portando con se l'importante e variegata varietà marina grazie ai freschi pescati nei quali orientare la cucina e le ricette.

A Taranto, l'attività della mitilicoltura è un'importante realtà economica, ma anche, allo stesso modo, antica fonte di sviluppo di ricette locali.

Ostriche, vongole e cozze sono le tre regine della cucina di mare tarantina, tre molluschi in grado di sviluppare diverse ricette, sia negli antipasti che nei primi piatti.

Nella fattispecie alla Locanda San Giuseppe da subito è stata accolta con grande indice di gradimento la pasta con vongole e ceci, un mix tipico della Puglia che nel nobile legume, in questo caso supportato dal gusto delicato ma deciso delle vongole, esalta le ottime proposte dei pastifici locali e dei grani duri più rinomati del territorio italiano.

Un modo diverso ma gustoso di condire i cavatelli, pasta che non ha bisogno di ulteriori presentazioni.

Molluschi e crostacei: nel secondo caso sia gli spiedini che le fritture, alle quali aggiungere un'importante serie di pesci tipicamente ionici, come le triglie, in grado di esaltare quel ventaglio di sapori richiesti alla cucina di mare, un patrimonio invidiato all'Italia, nella fattispecie alla tradizione tarantina, ovunque nel mondo.

Specialità di mare e vini squisiti!

Contattaci

Richiedi maggiori informazioni

Torna su